Questo sito utilizza i cookies e rispetta l'attuale normativa europea sulla privacy (GDPR - Regolamento UE 2016/679).

Qual è la componente più importante di un video?

Ai tempi, il mio professore di Tecnica Audio Visiva, la prima volta che entrò in classe fece una domanda: “Qual è la componente più importante per la realizzazione di un Film?” Qualcuno rispose gli attori, qualcuno il regista, io azzardai l’attrezzatura video. Sbagliammo tutti.

La componente più importante in un film è la colonna sonora (Musica, voci ed effetti audio)
L’80% di un film è composto dalla Colonna Sonora, il restante 20% da tutto il resto per realizzarlo.
Tra le materie che studiavo, Audio era quella che odiavo maggiormente, non avrei mai immaginato che quasi 15 anni dopo mi sarebbe tornata utile, perché anche se nel frattempo la tecnologia si è evoluta, i parametri per registrare un buon audio sono rimasti gli stessi. Se registri con un volume alto il suono distorce anche nel 2020. Se la voce della persona ha una S sibilante o una R moscia oppure una P troppo pronunciata al termine della vostra registrazione potreste avere un bel problema da sistemare.

L’audio è uno degli aspetti di un video da tenere sempre presente, per questo esistono figure professionali chiamati Tecnici del Suono. Il tecnico del suono o fonico, è una figura professionale che si occupa della gestione dell'audio in ogni attività o evento che preveda l'utilizzo di microfoni, mixer, diffusori acustici, registratori, etc…
Non tutti possiamo permetterci un “fonico personale”, è vero, però avere un infarinatura e studiare qualcosa di più prima di lavorare sul campo aiuta sicuramente a portare a casa un risultato migliore.

Il mondo dell’audio è infinito e potrei restare a parlarvene ore ma scenderei in dettagli tecnici che annoierebbero e basta, lo scopo del mio articolo è diverso. Sentire bene l’audio di un video registrato non basta. Bisogna ascoltare. Ascoltare con le orecchie, attentamente, cosa si è appena registrato, il minimo fruscio, crepitio, disturbo e se il caso, fare un sacrificio e rifarlo.

A volte però non si può tornare indietro e a tal proposito vi narro questa piccola avventura che mi è capitata nemmeno un mese fa dopo aver effettuato delle riprese video in un teatro, ripresa di circa 2 ore. L’audio che stavo registrando sapevo già che sarebbe stato inutilizzabile per due motivi: Il primo è che non ho avuto l’opportunità (per problemi tecnici legati alle norme di sicurezza) di collegarmi al mixer della regia. Il secondo motivo è che ho dovuto registrare tutto con i microfoni interni delle videocamere. Il Fonico della regia mi ha detto di non preoccuparmi, che avrebbe registrato tutto lui da lì e mi avrebbe poi passato il file in WAV o MP3. Durante la serata però alcuni picchi audio sono andati oltre i dB (Decibel) stabiliti provocando un fastidioso fischio in sala che ha disturbato tutti. Forse vi è già successo anche a voi di assistere a spettacoli un po' improvvisati e sentire fischi che ti spaccano i timpani. Il fischio è stato registrato così sia dalle mie videocamere che dal mixer principale. In quel caso tutto l’audio era compromesso e di sicuro non si poteva replicare lo spettacolo. La post-produzione non sempre salva (Ne parleremo nei prossimi articoli) Certi errori purtroppo non si possono riparare, per questo è importante fare un Check (Una prova audio) molto minuziosa prima di iniziare qualsiasi tipo di spettacolo o di ripresa video. Il controllo va effettuato prima, durante (va monitorato) e dopo. Solo allora saremo sicuri di aver portato a casa un buon lavoro.

 

Autore: Francesco Barone - Videomaker

Autore: Francesco Barone - Videomaker

Il mio settore è il video. Tutto quello che si anima sopra i venticinque fotogrammi per secondo mi affascina e mi ha accompagnato nelle fasi della crescita. Ho avuto la fortuna di vedere l’evoluzione dal nastro al digitale e aggiornarmi man mano la tecnologia seguiva la sua evoluzione. Mi piace ripetere che non offro servizi ma soluzioni [...]

Vai al mio profilo

Powered by Progetti PMI - All rights reserved

Titolare dell'iniziativa: Dott. Mattia Zanin, P.IVA (IT)11276780019.  | Informativa Privacy